page contents

Orientamento interiore

Home Forum Commenti Introspettivi Orientamento interiore

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  geronimo 6 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #19407 Risposta

    geronimo

    Orientamento interiore D: Ti è mai capitato di guardarti in profondità e pensare che sia difficile orientarci quando entriamo dentro di noi, pe
    [See the full post at: Home]

  • #19408 Risposta

    pierangelo manfredini

    Interessante. Per conoscersi dentro e meglio.

  • #19409 Risposta

    alfredo

    Ho trovato questa pagina e altre del sito molto interessanti.
    E’ a proposito del caos emotivo che scrivo. Trovo difficoltà a orientarmi dentro me stesso.
    A volte cerco di osservare lo stato emotivo nel quale mi trovo, soprattutto in situazioni particolari, ma le emozioni sono tante e sembrano così diverse.
    C’è paura a indagare e paura delle conseguenze alle quali potrebbe portare sapere certe cose. E anche la paura di non sapere come fare a uscirne.
    In breve, il caos è duplice e, onestamente, mi vien voglia di distrarmi e di non pensarci più.

  • #19410 Risposta

    geronimo

    E’ sempre difficile, Alfredo, orientarsi e, soprattutto, orientarsi in situazioni caotiche. Tu ci stai tentando e ti sorgono delle domande. Quando si sta facendo qualcosa, è normale porsi delle domande. “Sono sulla strada giusta? Conviene andare avanti? E se fosse pericoloso? E se smettessi?…”
    Le domande sono normalmente necessarie per approfondire le cose. Possono però anche essere degli strumenti nelle mani del Rinunciatario interiore.

    Ho conosciuto una signora anziana che viveva in una piccola cucina. Ci mangiava, ci guardava la televisione e ci dormiva. Questa situazione le dava dei vantaggi. Non doveva tener pulite le altre stanze, riscaldarle d’inverno, arieggiarle d’estate. Una soluzione ottimale? Forse per lei lo era. Lo sarebbe anche per noi?

    Ognuno deve decidere per sé. Se non vogliamo vivere una vita limitata, dobbiamo vincere la paura, la pigrizia e, magari, anche qualche senso di colpa. Se non ce la sentiamo, dobbiamo accettare la limitazione.

  • #19411 Risposta

    geronimo

    Ma come si riesce a osservare sé stessi, e soprattutto come si riesce a osservare le proprie emozioni? Quello che accade a me è che quando sento dentro un’emozione, o la trattengo, oppure la sfogo all’esterno, magari sugli altri. Questo scatena però un grande caos a livello di relazioni con gli altri .

  • #19412 Risposta

    geronimo

    carissima Francesca, ti racconto una storiella.
    Un giorno ho incontrato per strada la mia amica che, salutatami, mi dice: “Come mai sei così arrabbiata?” Io sono rimasta di stucco. Toh, era vero, ero arrabbiata e neanche me ne rendevo conto. Stavo pensando a mio figlio che non ha voglia di studiare e, via via mi è salito su un nervoso! Però se la mia amica non me lo avesse fatto notare, io mi sarei comportata da arrabbiata- Le avrei risposto bruscamente, senza sapere bene il perché.
    Se non faccio caso alle mie emozioni, esse mi portano a reagire a casaccio, a scaricarle sugli altri senza nemmeno rendermi conto che li sto ferendo in qualche modo. La mia attenzione è presa dal mio stato emotivo e dal bisogno di scaricarlo per stare meglio.

    Ma non ne sono consapevole e anche se liberarmene mi ha fatto stare meglio per un po’, l’indomani mi comporterò nella stessa maniera. Mi rimarranno sicuramente pochi amici.
    Posso però prendere l’abitudine di porre attenzione alle emozioni che si agitano dentro di me, almeno a quelle più forti, che alterano il mio umore. Invece di andarci dietro come un bambino a un aquilone, ascolto dentro di me cosa mi sta succedendo. Mi chiedo il perché e che cosa mi sta rendendo irritabile e ascolto con la curiosità di scoprire come funzionano queste emozioni dentro di me. Se farai così anche tu, vedrai che. piano, piano, l’osservarti diventerà un interessante gioco che ti permetterà di conoscerti meglio e di lasciare che le tue emozioni si raccontino a te invece che sfogarsi sugli altri.

Rispondi a: Orientamento interiore
Le tue informazioni: